Archivi mensili: settembre 2014

BOOKS FOR BREAKFAST # 5 – DIECI PICCOLI INDIANI


DIECI PICCOLI INDIANI
di Agatha Christie
Mondadori

Ok, chi non conosce questo libro? Dieci persone, ospiti di una villa su un’isola appartenente ad un misterioso anfitrione, cominciano a morire una dopo l’altra, uccise da un ineffabile e implacabile assassino che si trova fra loro e uccide seguendo i versi di una vecchia filastrocca. Un classico della Christie, tradotto in tutte le lingue e considerato non solo un giallo, ma IL giallo per eccellenza. E anche uno dei miei libri preferiti in assoluto. Quindi una puntata di questa rubrica doveva prima o poi averlo come protagonista. 
L’atmosfera è incredibile, i personaggi ben tratteggiati e l’intreccio geniale. L’unico giallo in cui davvero, fino alla fine, nessuno capisce chi sia il colpevole. E scusate se è poco. Se ve lo siete persi, recuperatene una copia e passate qualche ora sull’isola dove, mentre fuori infuria il temporale, in casa la paura cresce e qualcuno si prepara inesorabilmente a colpire…
Io stessa, autunno dopo autunno, aspetto un bel temporale per rannicchiarmi con il libro sotto al plaid a rileggerlo per l’ennesima volta…


DA DOMANI SUL BLOG: il diario del viaggio in Vietnam a puntate, zona per zona, e gli AUDREY TRAVEL TIPS per chi volesse intraprendere un viaggio simile! 


VI ASPETTO!!

SUMMER IN THE CITY?


Settembre come giugno. In questi giorni a Torino ha fatto molto caldo ma le vacanze ormai sono archiviate quindi bisogna inventarsi dei look da lavoro eleganti ma freschi. Eccone al volo due scovati in giro per il web, uno più colorato per posti di lavoro più creativi e uno più sobrio ma altrettanto chic. Che ne dite? Lasciatevi ispirare. E buona settimana lavorativa!




SOON ON THE BLOG: il diario del viaggio in Vietnam a puntate, zona per zona, e gli AUDREY TRAVEL TIPS per chi volesse intraprendere un viaggio simile! 


VI ASPETTO!!

BOOKS FOR BREAKFAST # 4 – L’ATTESA


L’ATTESA
di Samantha Hayes
Nord 

Primo appuntamento post vacanza con la rubrica dedicata ai libri, che questa volta ha per protagonista un bel giallo appena uscito in Italia.
Questa la trama: 
Claudia ha tutto ciò che ha sempre sognato: vive in una graziosa villetta poco fuori Birmingham con un marito perfetto, due bambini acquisiti e un’altra che sta per arrivare, dopo averla a lungo desiderata. Sarebbe tutto perfetto, se James – proprio ora che il parto è imminente – non fosse costretto a partire per un lungo viaggio di lavoro nel Mediterraneo. Ma la soluzione sembra più semplice del previsto; assumere una tata per aiutare Claudia con i bambini e con la casa. Arriva quindi in casa Zoe Harper, una tata professionista efficiente, esperta, discreta. Ma, nel giro di qualche tempo, Claudia comincia a ricredersi e viene assalita dai dubbi. C’è qualcosa che non va in quella ragazza, qualcosa che la mette estremamente a disagio. Perché, quando crede di non essere vista, Zoe va a frugare nello studio di James? E perché una volta Claudia l’ha sorpresa mentre rovistava nei cassetti della sua camera? Inoltre, proprio dal giorno in cui Zoe è entrata nella sua vita, nel tranquillo quartiere residenziale sono avvenuti alcuni brutali omicidi: possibile che sia una coincidenza? Con la polizia che non crede ai suoi sospetti, Claudia può contare solo su se stessa. E ha paura. Ma la paura ha tante facce… 

Un bel giallo, anche se non merita la lode. La trama è interessante e la scrittura scorrevole. I colpi di scena ci sono e ti tengono incollata alle pagine; l’unico difetto a parer mio è proprio il fatto che la quarta di copertina ne parli come di un giallo ricco di sorprese e dal finale incredibile…. talmente tanto che inizi a farti mille domande e a circa metà libro io il finale l’ho azzeccato. Però ho letto su internet che molti sono rimasti autenticamente sorpresi quindi non vi resta che provare a leggerlo….


PS: il kitkat dark l’ho preso in Qatar ed è spettacolare! A quando in Italia?


SOON ON THE BLOG: il diario del viaggio in Vietnam a puntate, zona per zona, e gli AUDREY TRAVEL TIPS per chi volesse intraprendere un viaggio simile! 


VI ASPETTO!!


VIETNAM DIARY


6000 miglia da casa e 2500 chilometri attraverso il Vietnam, percorsi con tutti i mezzi possibili immaginabili. Cinque aerei, due treni, diverse barche, uno sleeping bus, diverse macchine, van e pulmini, un numero imprecisato di taxi, uno scooter, un cyclo, un kajak e una bicicletta. Con abiti che di fashion non avevano nulla, senza trucco e con un caldo che ti toglie incessatamente il fiato. La piastra che tanto valeva non portarla. Non un paio di scarpe degne di questo nome, nè tanto meno una borsa. La macchina fotografica sempre in mano e i sensi sempre all’erta. Tre settimane on the road dall’altra parte del mondo, in un paese affascinantemente (?) controverso. Cercando di non perdersi niente, di assaporare tutto e di imparare in ogni momento qualcosa di nuovo. Entrare in punta di piedi nell’anima di un paese, per spiarla in maniera discreta e magari anche per rubarne un pezzettino da portare a casa. Scoprirne i lati negativi e, proprio come succede con le persone, criticarli ma anche accettarli. Camminare, continuamente. Curiosare. Per restare senza parole, a volte per la meraviglia, altre per il disappunto. Svegliarsi ogni mattina con la giornata tutta da scrivere, girare un angolo o scendere da un pullman e rimanere incantati. Andare a dormire la sera con la serena consapevolezza e la blanda stanchezza che ti colgono alla fine di una giornata piena. Scoprire sapori, immortalare colori, annusare profumi, toccare tessuti e provare cose nuove. Tre settimane a percorrere le strade vietnamite da nord a sud, fermandosi ogni tanto a catturare ricordi e vivere esperienze. Da Saigon ad Hanoi, passando per Phan Tiet, Hoi An, Hue, Halong e diversi altri posti nel mezzo. Mare, musei, città, siti archeologici, teatri, crociere, pagode, campagne, fiumi e bungalow di paglia. Tantissimi braccialetti nuovi. Una valigia che pian piano si riempiva di ricordi. Questo post è per tutte le persone che, quando ho detto che andavo in Vietnam, mi hanno guardata perplessi. Perche’ prima o poi io il mondo lo voglio vedere tutto. Perché tanto, io, tre settimane su una sdraio a non fare niente non ci so stare. 

 















































PS: per tanti altri ricordi di viaggio non dimenticate di seguirmi sui miei social più utilizzati! L’hastag dedicato alla vacanza (con contributi non solo miei) è come già saprete #DOYOUVIETNAM e lo trovate qui:

SOON ON THE BLOG: il diario di viaggio a puntate, zona per zona, e gli AUDREY TRAVEL TIPS per chi volesse intraprendere un viaggio simile! 


VI ASPETTO!!

BOOKS FOR BREAKFAST # 3 – IN VACANZA CON PAPA’



“Sono solo due settimane, e dopotutto è tuo padre. 
Qualsiasi bambina ne sarebbe felice!”

“Qualsiasi bambina? Mamma! Io ho 45 ANNI!”

da IN VACANZA CON PAPA’
di Dora Heldt
Salani

Terzo appuntamento con la rubrica per chi ama leggere, dedicata questa volta ad un romanzo perfetto per le (ormai finite quasi per tutti) vacanze. E se mentre leggete queste righe io sono appena atterrata in Italia dopo tre splendide settimane in Vietnam, con il libro di oggi vi porto invece nel Nord Europa in compagnia di Christine. Single quarantenne, è in partenza per un’isola nel Mare del Nord con un’amica, per aiutare un’altra amica a ristrutturare una birreria e per un po’ di relax al mare. Ma sua madre deve affrontare un’operazione al ginocchio, per cui le appioppa il marito, Heinz, settantenne spassosissimo: egocentrico, testardo, pasticcione, svanito….
Da qui parte una serie di avventure divertenti e tenere, grazie a una scalmanata banda di pensionati coinvolti da Heinz in improbabili progetti edilizi, un isterico giornalista d’assalto che si innamora di Christine, un uomo bellissimo e misterioso, un truffatore da smascherare, due presuntuose vecchiette mal vestite….
Un libro DELIZIOSO, ideale durante le vacanze per sorridere, ma anche dopo, per commuoversi.

PS: per i primi ricordi di viaggio vietnamiti non dimenticate di seguirmi sui miei social più utilizzati! L’hastag dedicato alla vacanza (con contributi non solo miei) è come già saprete #DOYOUVIETNAM e lo trovate qui:

SOON ON THE BLOG: tutte le foto e il diario di viaggio a puntate! 


VI ASPETTO!!

Instagram

  • Cerco la primavera tutto lanno homesweethome homedecor homedecoration
  • Il giro del mondo attraverso i suoi mercati georgiaphoto georgiaphotography
  • Una delle cose per cui devo ringraziare di pi i
  • Ogni volta che inizio a pensare a dove andare a
  • Fuori continua a piovere? E io continuo a leggere! Questa
  • Un viaggio fai da te di 3 settimane in Caucaso
  • Quando si dice aperitivo con vista flametowers flametower skycrapers happyhourtime
  • solocosebelle del 2018 il viaggio a Hong Kong Una settimana
  • Un strada color arcobaleno per ricordare tutta la strada che

Archivi

  • 2018 (20)
  • 2017 (67)
  • 2016 (68)
  • 2015 (79)
  • 2014 (99)
  • 2013 (108)
  • 2012 (168)
  • 2011 (156)