Archivi Tag: bijoux

DE WAN NEW COLLECTION: LES FLEURS

de-wan

Un paio di settimane fa ho avuto il privilegio di partecipare, presso la prestigiosa boutique De Wan di Piazza San Carlo 132 a Torino (ve ne avevo già parlato QUI), al lancio della nuova collezione “Les Fleurs”, dove un romantico mood floreale è arrivato insieme alla primavera per impreziosire le borse, i bijoux e i foulard dello storico marchio dello stile artigianale made in Italy

DEWAN_Vetrina_a

Ospite d’onore della serata Barbara Ronchi della Rocca, stimata esperta di buone maniere e autrice de “Il galateo dei fiori” che ha accompagnato il pubblico in un percorso fra moda e simbologia dei fiori, alla scoperta della nuova collezione “Les Fleurs” De Wan. Grazie ad una lavorazione esclusiva delle pelli, sulle celebri borse Wandeling sbocciano fiori multicolor e – per un outfit che non lascia nulla al caso – il raffinato motivo floreale impreziosisce anche foulard in seta e parei dai colori sapientemente scelti.

 De Wan, che da oltre sessant’anni fa della bellezza femminile la sua missione, fa sbocciare i fiori più belli e significativi su borse, bijoux e foulard che diventano così gli accessori perfetti per colorare con stile la nuova stagione, diffondendo un messaggio di grazia e bellezza universalmente riconosciuto. In particolare, sulle borse (bellissime!) è stata utilizzata una tecnica particolare di lavorazione delle pelli che fa sì che petali e foglie si integrino alla perfezione sulla base, tanto da sembrare sbocciati proprio lì! Sempre altissima la qualità dei materiali, la cura dei dettagli e l’attenzione per la praticità che strizza però l’occhio allo stile. 

Ma non è tutto: la ricerca fatta da De Wan per creare questa collezione infatti utilizza i fiori non solo per il loro aspetto estetico, ma soprattutto per il loro significato. In questo modo borse, bijoux e foulard possono diventare il veicolo di un messaggio e di un augurio, da rivolgere a se stessi o a una persona cara. Nell’Ottocento, quando non esistevano facebook e whatsapp, era molto popolare l’utilizzo della simbologia dei fiori per comunicare:
– il lillium rappresenta fierezza e nobiltà d’animo;
– il narciso ha il potere di assorbire i pensieri negativi ed è di ottimo auspicio per il lavoro e la carriera, perché rappresenta l’augurio di far emergere il proprio potenziale interiore e di ottenere riconoscimenti per il proprio lavoro;
– la peonia nella cultura giapponese rappresenta fortuna e ricchezza;
– il bocciolo di rosa è simbolo di amicizia, grazia, ammirazione e simpatia;
– il myosotis è simbolo di salvezza da ciò che può incupire;
– la tradescantia è uno dei pochi fiori con soli tre petali che vive in terreni poveri, ma che non smette mai di fiorire, fiera e tenace rappresenta la possibilità che la bellezza ed il positivo possano nascere anche nelle difficoltà. E se non è un bellissimo messaggio questo….

Vi lascio qualche foto della collezione, fatemi sapere che ne pensate!

PS: un grazie, di cuore, allo Studio Suitner che si ricorda sempre di me e alla famiglia De Wan – in particolare Elisabetta – che mi fa sempre sentire a casa tra borse e bijoux meravigliosi. 

DEWAN_orecchini Spring_a DEWAN_Minibag a fiori_a DEWAN_Foulard pesca con bordo e firma colorata_a

DEWAN_bracciali Les Fleurs_a DEWAN_Collana Les Fleurs_a DEWAN_Spilla Montecarlo 2_a

AIBIJOUX

sence

Chi mi conosce lo sa: sono una grande appassionata di bijoux e sono perennemente in cerca di pezzi particolari per arricchire la mia collezione (e i miei look!).  Non posso quindi fare a meno di parlarvi di questa realtà che ho scoperto da poco ma di cui mi sono già innamorata: AIBIJOUX.

AIBIJOUX – gioielli d’autore – è distributore esclusivo per l’Italia di prestigiosi marchi di bijoux: Ayala Bar, Kurshuni, Dori Csengeri, Sence Copenhagen, Mary Frances, Nakamol e altri. Con una consolidata esperienza nel settore del fashion jewelry d’alta gamma, l’azienda è una realtà professionale e commerciale in forte crescita. AIBIJOUX si caratterizza nel settore del design del gioiello “d’autore” grazie ai suoi punti di forza: la sensibilità nell’anticipare tendenze e l’attenzione alla manifattura artigianale d’eccellenza dei prodotti selezionati. L’azienda lavora con designer provenienti da Medioriente (Israele, Turchia), Europa (Danimarca e Grecia) e Stati uniti; i numerosi viaggi e la partecipazione a fiere di settore hanno contribuito a delinearne e arricchirne il portfolio, composto da importanti brand internazionali e da designer di nicchia. Tutti i marchi distribuiti sono selezionati con cura per rispondere alle tendenze odierne – una donna nomade contemporanea o dal fascino elegante e discreto – e per assecondare tutti i gusti, dall’urban look all’ethnic chic. Indovinate quale preferisco io…. 

AIBIJOUX nasce da un ramo di Asia Import – azienda nata a Torino negli Anni Ottanta, specializzata in arredi, complementi e accessori per la casa. Da una decina d’anni circa, AIBIJOUX diventa l’attività principale di Asia Import e ne raccoglie la solida eredità professionale. Il progetto nasce dalla collaborazione tra una madre – Tripta Khanna – e una figlia – Nisha Gir – e cresce grazie al confronto stimolante e creativo tra esperienza e innovazione. Tripta Khanna, da sempre cittadina del mondo e fondatrice di Asia Import, è ancora oggi imprenditrice di successo. Nisha Gir, architetto, instancabile viaggiatrice e con un’immensa passione per gioielli, stoffe e colori, decide di lavorare attivamente nel settore accessori dell’azienda dal 2005, trasformandolo in quello che oggi è AIBIJOUX. Un gruppo di lavoro quasi tutto al femminile, che da anni lavora con passione per garantire un servizio professionale attento alle esigenze del cliente e rispettoso dell’opera creativa dei designer che rappresenta.

I marchi distribuiti sono presenti in più di 400 gioiellerie e concept store in tutto il territorio italiano, me se siete in zona non perdetevi il bellissimo showroom di Moncalieri, lo spazio ideale – alle porte di Torino – per visionare con calma i gioielli e gli accessori moda. I clienti di AIBIJOUX vengono accolti con una tazza di tè e fatti accomodare nell’elegante cortile coperto tra piante ornamentali, mobili e bijoux provenienti da tutto il mondo.  In pratica, il mio concetto di paradiso 😉

Io ho potuto toccare con mano la qualità dei bijoux di Sence Copenaghen e ne sono rimasta piacevolmente colpita: i gioielli hanno una qualità alta, una notevole cura dei dettagli e una vestibilità perfetta. Il design contemporaneo, nato dalla brillante intuizione di un gruppo di creativi danesi, li rende ideali dal mattino alla sera. Il mix tra pietre dure, cuoio colorato e metallo brillante li rende attuali e allo stesso tempo particolari; perdipiù, essendo di un bellissimo colore, li abbino davvero con tutto. Mi sono innamorata anche della linea Spicy Life di AIBIJOUX: splendidi pezzi fatti a mano, una combinazione di pietre dure e semipreziose, vetri e paste di vetro di provenienza africana, broccati e sete naturali tinte a mano, vecchi ricami indiani. Mi sa che pure io non tarderò ad andare a farmi un giro allo showroom 😉 nel frattempo continuo a sognare su www.aibijoux.com

 PS: un grazie, di cuore, ad Alice – anche se sarà la causa della mia prossima bancarotta 😉

IMG_5983

IMG_5984

IMG_5985

IMG_5986

IMG_5987

IMG_5988

 

DE WAN: I GIOIELLI DELLE REGINE

GioielliRegine_12 collier fiori e festoni_a

Qualche settimana fa vi ho fatto scoprire uno dei miei negozi preferiti a Torino, la boutique De Wan. Oggi vi parlo di una loro linea di gioielli particolare che già a partire dal nome fa sognare: i Gioielli delle Regine

 

DEWANGioielli Regine_ spilla Maria Cristina_a

La spilla di Maria Cristina

L’idea è nata quasi per caso: dallo studio di un ritratto di Maria Adelaide d’Asburgo Lorena, moglie del primo Re d’Italia Vittorio Emanuele II, nel 1992 Rosalba De Wan iniziò a sviluppare una imponente ricerca sui gioielli indossati da generazioni di regine e principesse. Oggi la collezione conta oltre centosessanta pezzi tra spille, collane, orecchini e bracciali, tutti prodotti a mano, uno a uno, con accurate lavorazioni artigianali. Le pietre dei bijoux, che riproducono fedelmente i gioielli, sono realizzate con speciali impasti di vetro selezionati dai maestri di Murano: presentano colorazioni fedeli agli originali e sono tagliate con tecniche manuali derivate dall’antica arte orafa. Il corpo dei gioielli è invece realizzato con una lega inalterabile, studiata per dare l’effetto dell’oro antico: un brevetto esclusivo De Wan che permette di ottenere dorature opache molto resistenti e sorprendentemente simili agli originali. La collezione è stata esposta in numerosi musei e, in occasione delle celebrazioni ufficiali dei 150 anni dell’Unità d’Italia, le è stata dedicata una grande mostra presso il Palazzo del Quirinale a Roma. Io le trovo davvero chic, e voi che ne dite?

DEWAN_GDR_Spilla Maria Adelaide_a

La spilla preferita da Maria Adelaide, moglie di Vittorio Emanuele II primo Re d’Italia. Un intreccio di volute, impreziosite da perle di sintesi e strass, trattengono un cabochon centrale e un pendente in pasta vitrea di un meraviglioso colore blu zaffiro.

disegno spilla

Studio per la realizzazione della spilla della Regina Maria Adelaide

DEWAN_GDR_orecchini Maria Adelaide

Da un ritratto della Regina Maria Adelaide di Savoia nasce questo capolavoro di orecchini a stella. Un ricco ed elaborato pavè di strass, arricchito da un cabochon centrale, sorregge la perla a forma di goccia

GioielliRegine_ diadema_a

Riproduzione ispirata ad un diadema appartenuto alla Regina Margherita di Savoia. Misura cm15 di diametro ed è in metallo placcato oro, con perle e brillanti di laboratorio, motivi a foglie di alloro e margherita centrale;

  

DEWAN_GDR_orecchini pendenti Perle e Api_Fotor_Collage

Dallo studio di un ritratto di Maria Teresa d’Asburgo Lorena nasce questa meravigliosa parure che si compone di collana, bracciale e orecchini. E’ realizzata con luminose Perle Hiridee® alternate con api stilizzate in metallo argentato ed è impreziosita da strass e minuscole perle. Il marchio De Wan è l’inventore delle Perle Hiridee®, coperte da brevetto esclusivo per le loro sfumature straordinariamente luminose, impreziosite da particelle d’oro purissimo

#SECRETPLACE – BOUTIQUE DE WAN

 

de-wan

Poco prima delle feste ho avuto il privilegio di partecipare all’inaugurazione della nuova boutique De Wan in Piazza San Carlo: dal momento che si tratta di uno dei miei negozi preferiti di tutta Torino, ho deciso di parlarne qui per farlo scoprire anche a voi. Per me, che ero già da anni un’affezionata cliente ed estimatrice dei bijoux De Wan, è stato come realizzare un sogno: entrare in anteprima nel nuovo spazio e poter provare orecchini, collane e foulard sorseggiando una deliziosa cuvèe (ideata apposta per l’evento!) è stato bellissimo. La festa è stata anche l’occasione per celebrare i 60 anni dalla fondazione della maison e per consacrare la terza generazione De Wan, oggi alla guida della storica marca torinese dello stile lanciata nel 1955 dalla signora Erika, donna imprenditrice illuminata a cui spetta il merito di aver contribuito in larga parte alla diffusione del bijoux in Italia. E io non posso che ammirarla 😉 

Oltre ai clienti più affezionati e amici di famiglia, hanno partecipato alla serata numerosi imprenditori e professionisti del territorio, esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo, tra i quali il Presidente del Teatro Stabile Lamberto Vallarino Gancia, l’esperta di bon ton Barbara Ronchi della Rocca e gli attori Anna Bonasso, Alice Giacoletti e Daniel McVicar. Ad accoglierli era presente la famiglia De Wan al completo: Enrico, che rappresenta la seconda generazione dell’azienda di famiglia, con la moglie Rosalba e i loro figli Elisabetta e Roberto, che proseguono oggi la tradizione avviata dalla nonna e che ho avuto il piacere di conoscere personalmente. 

Elisabetta_McVicar_a

Elisabetta_Roberto_Rosalba_Enrico De Wan_a

 Se negli anni Cinquanta De Wan era solo sinonimo di bijoux, oggi la griffe identifica un universo sempre più ampio di prodotti, che include anche borse, orologi, sciarpe, foulard e articoli regalo. Immaginate i miei occhi a cuoricino? Anche per questo era necessaria una nuova sede, e devo dire che hanno fatto le cose in grande: 200 mq di negozio con in ogni angolo oggetti bellissimi che avrei voluto portare a casa con me! Nelle luminose vetrine si possono ammirare le pregiate collezioni di bijoux, tutti realizzati a mano in Italia. 

Arch Fabio Fantolino Negozio De Wan Torino photo Fabrizio Carraro

DEWAN_QUEEN_aa

Tra i bijoux,, meritano una citazione a parte i Gioielli delle Regine, la collezione unica creata per riproporre in chiave moderna i preziosi appartenuti a regine e principesse ed esposti al Quirinale per le celebrazioni ufficiali dei 150 anni dall’Unità d’Italia. Io me ne sono innamorata e vi proporrò a breve un post a tema per farveli vedere nel dettaglio. 

DEWANGioielli Regine_ spilla Maria Cristina_a

La gamma bijoux di De Wan include inoltre molte linee, dalle più classiche come la “Charme” alle più giovani come le linee “Play” e “Glamour”, che si arricchiscono continuamente di nuovi modelli per soddisfare il gusto in evoluzione del pubblico. Spiccano poi le perle Hiridee®, inventate da De Wan e coperte da brevetto esclusivo per le loro sfumature straordinariamente luminose, impreziosite da particelle d’oro purissimo. In pratica, una meraviglia. 

Lavorare a stretto contatto con gli artigiani che realizzano gli oggetti su nostro design esclusivo ci permette di proporre al pubblico un prezzo finale decisamente accessibile, con la garanzia di un prodotto di alta qualità e Made in Italy” ha spiegato Elisabetta De Wan. 

La volontà è di sviluppare ulteriormente le linee di borse, orologi e accessori moda. “Anche in questo caso – ha continuato Elisabetta De Wan – i nostri oggetti si devono differenziare da quelli già presenti sul mercato. Le nostre borse, ad esempio, oltre alla qualità superiore delle pelli e della fattura, sono studiate con interni speciali e dalla struttura unica, ricche di accessori appositamente pensati per coniugare al meglio praticità e stile. Ci dedichiamo personalmente a provarle e migliorarle finché non sono perfette per essere prodotte e vendute.”  “Il lavoro dei sogni” aggiungerei io. 

La borsa che più mi ha colpito? Si chiama California, è stata creata da Elisabetta De Wan in persona e ha una particolarità che la rende molto versatile: a necessità si trasforma in uno zainetto! Io la trovo geniale e l’ho segnata nella mia wishlist perchè è perfetta per chi – come me – deve passare con disinvoltura (e un pizzico di glamour) dall’ufficio allo shopping alla visita di una città d’arte… Che ne dite? 

DEWAN_CALIFORNIA 42V5662_aa

DEWAN_CALIFORNIA 42V5679_aa

Infine, vi lascio qualche foto scattata con il mio Iphone dei miei pezzi preferiti… chissà che presto non ci scappi un giro di shopping e ve ne mostri qualcuno in qualche outfit! 

IMG_1556

IMG_1558

IMG_1559

IMG_1560

IMG_1561

IMG_1570

DE WAN BOUTIQUE

Piazza San Carlo 132 

Torino

www.dewan.it

Si ringrazia lo Studio Suitner per l’invito, per le foto ufficiali della serata e per la grande disponibilità e simpatia.

INDIAN SHOPPING IS THE BEST!

 

A parte magneti e cartoline, che compro in ogni viaggio, in India ho davvero esagerato: tra me e mia mamma, non ci siamo risparmiate. Stoffe, argenti, spezie, te… non abbiamo badato a spese. Fotografare tutto era pressochè impossibile quindi vi lascio qualche foto random scattata quando ho svuotato la valigia e un piccolo (!) elenco della spesa…
– sciarpe in seta (almeno 4 per me + altre da regalare!)
– pashmina colorata in seta
– borsa a mano
– clutch luccicante in stoffa
– clutch in seta ricamata
– orecchini chandelier
– copri cuscini vari
– arazzo da parete
– te e spezie
– bangles di strass
– bracciali di legno e bracciali in metallo dipinto
– collana con turchesi e pietre
– kajal nero (con bindi in omaggio!)
– addobbi per l’albero di Natale in stoffa ricamata
– elefantini portafortuna
– scatoletta portabijoux in marmo lavorato
– borsetta patchwork
– braccialetti in carta lavorata a mano
– stoffa fucsia con pietre e ricami per realizzare una gonna
– orecchini con pietre preziose colorate (grazie mamma!)
– orecchini d’argento con turchesi
– palla di vetro con la neve (che compro in ogni viaggio)
Sicuramente c’è qualcos’altro che al momento non ricordo perchè avevamo davvero le valigie strapiene, e poi all’aeroporto vuoi non finire gli ultimi spiccioli comprando orecchini e bracciali? In realtà mi sono fatta prendere la mano perchè vicino al nostro gate c’era un negozio pazzesco e ho dovuto usare la carta di credito, ma vuol dire che gli ultimi spiccioli li terrò per ricordo….

 

 

 

 

 

 

Instagram

  • Autumn vibes latergram di una domenica in campagna per ihellip
  • A spasso per la citt vecchia con il naso allinshellip
  • Passeggiata a Stoccolma  meatballsforbreakfast stoccolma stockholm stockholmstreetart stockholmstreetstyle hellip
  • E ricordati punta sempre al sole anche quando ti sembrahellip
  • Royal clich meatballsforbreakfast stoccolma stockholmstreetart stockholm stockholmart stockholm crownroyal crownstreet
  • Domenica mattina a Stoccolma  quanto sono belle le casettehellip
  • Rainbow  meatballsforbreakfast tunnelbana underground rainbowwall rainbowcolors stoccolma stockholm metropolitana
  • A Stoccolma Halloween  una cosa seria halloween halloweenfun ghostlifestylehellip
  • Room with a view  cameraconvista fotografiskamuseet fotografiska stoccolma stockholmhellip

Archivi

  • 2017 (58)
  • 2016 (68)
  • 2015 (79)
  • 2014 (99)
  • 2013 (108)
  • 2012 (168)
  • 2011 (156)