Archivi mensili: settembre 2011

NEW YORK: SECOND DAY pt. 2






La mia seconda giornata newyorkese è una continua sorpresa: dopo essere arrivati, con parecchia strada a piedi, al Pier di riferimento per la Circle Lane, scopriamo che il traghetto, ovviamente l’ultimo della giornata, è appena partito! Ma chi non risica non rosica quindi quando poco lontano vediamo una specie di motoscafo travestito da coccodrillo e denominato “The Beast” ci mettiamo pochi secondi ad accertarci che rientri nel “New York Pass” e a lanciarci a bordo senza pensarci due volte. Ora, il senso di questa “bestia” è che ti fa vedere Manhattan dall’acqua in mezzora invece che in tre ore, con tanto di evoluzioni e giochi pirotecnici in mezzo al mare: in altre parole, ti senti sulle montagne russe e ti lavi da testa a piedi! E dire che io sulle montagne russe nemmeno ci salgo! Ma qui ho nascosto sotto il sedile i preziosi souvenirs comprati al MoMA e mi sono lasciata totalmente coinvolgere: incredibile quanto mi sono divertita!

























Dopo aver visto la città dall’acqua (che è spettacolare), ci asciughiamo al sole e con un autobus di fortuna torniamo verso il centro: è quasi il tramonto, ovvero l’ora ideale per salire sull’Empire State Building! La coda, nonostante il Pass, è un po’ lunga ma credo di esser stata abbastanza fortunata perchè siamo arrivate su esattamente nel momento in cui tutta la città si illuminava per farsi trovare pronta ad un’altra serata ricca di promesse. Qui non resta che far parlare le foto, capendo finalmente il senso (uno, almeno) del libro letto tanti anni fa “Le mille luci di New York”…
















 




























PS: se vi siete persi la prima parte di questa giornata newyorkese la trovate QUI!



MY NEXT HOLIDAY






Chi mi conosce lo sa: io senza un biglietto aereo non so stare. Sarà il mio animo nomade, l’amore per i ritmi gitani o forse solo la voglia di evadere che ti prende ogni tanto, ma qualunque sia il motivo appena tornata da New York ho pensato bene di programmare un altro viaggetto… La mia meta? Un posto dove sono già stata, ma dove torno davvero con piacere perchè per me è uno dei luoghi più incantevoli del mondo, perchè respirare un po’ quell’atmosfera magica mi è mancato, perchè i compagni di viaggio sono amici carissimi e perchè … lo shopping che si può fare lì non ha eguali! Lascio alle foto scattate la scorsa volta il compito di farvi scoprire la città in cui volerò il 30 settembre… See you soon con i nuovi post newyorkesi!



















































E voi avete in programma qualche fuga autunnale?


NEW YORK: SECOND DAY pt. 1






Sveglia prestissimo per non perdere nemmeno un minuto di questa stupenda città. Con la metro ci fiondiamo in centro, ma dal momento che la nostra prima tappa, il MoMA, non apre prima delle 10.30, scendiamo a Ground Zero per sbirciare quel che resta del World Trade Center e soprattutto per saccheggiare l’outlet più famoso d’America, quello che persino gli americani chiamano con ironia “il segreto meglio custodito d’america”, ovvero il Century 21. Piani e piani di abiti d’alta moda, borse, bijoux e accessori… tutto con sconti dal 40 al 70% minimo: in pratica, la mia idea di paradiso.










Dopo un proficuo e sano shopping, finalmente ecco il MoMA, che ora posso dire essere uno dei miei musei preferiti al mondo! La struttura stessa è un’opera d’arte, e i pezzi esposti sono incredibili. Vedere dal vivo uno dei miei quadri preferiti in assoluto, la “Notte Stellata” di Van Gogh, è stata un’emozione fortissima.



















































Usciti dal museo, dopo aver saccheggiato il bookshop al VI piano (utti i gadget sono opere d’arte!) una passegiata sulla Fifth è d’obbligo per respirare l’atmosfera newyorkese: un pretzel, un acquisto, una vetrina luccicante, un cappuccino di Starbucks e i taxi che ti sfrecciano accanto. Questa città migliora di minuto in minuto!






























Dopo un pranzo al volo, il pomeriggio dovrebbe essere dedicato alla Crociera attorno a Manhattan, peccato aver perso l’ultimo traghetto per pochi minuti… ma questo non ci ha fermate! Il seguito dell’avventura al prossimo post, intanto una piccola preview!









NEW YORK: FIRST DAY


 



Il primo giorno a New York è stato soprattutto esplorativo: un’intera giornata con il naso all’insù e gli occhi spalancati per cogliere quanti più dettagli possibili di questa splendida città. Tutto è immenso e sbalorditivo: i negozi sono sconfinati e vendono cose incredibili, a Times Square ti senti davvero al centro del mondo, la luce che colpisce di striscio i grattacieli è imperdibile, i taxi gialli ti emozionano, la gente corre ma se ti vede con una cartina in mano si ferma a indicarti la strada con un sorriso, le luci e i suoni sono una promessa di giornate eccitanti e piene di avventure.































































































 Non è una città strabiliante? 
PS: purtroppo era molto nuvoloso quindi le foto sono praticamente tutte grigie…



I LOVE NY!






Quanto ho amato questa città!! In attesa di scaricare le foto della macchina fotografica e dare il via ad una serie di post a tema meticolosamente preparati, ancora alcune immagini catturate con il telefonino. 




 Vista dall’High Line






 T-shirts alla Magnolia Bakery





Wall Street






 Greenwich Village






Aragosta da asporto al Chelsea Market






La torta più bella del mondo!






Negozio al Village





 Meatpacking District





Cupcakes della Magnolia Bakery






Strade semideserte quando piove





 Bryant Park






Il paradiso esiste!







Empire State Building






 Upper West Side






 Col naso all’insù…







Chi non mangerebbe dal “Porch”?





“Mancia please!”






Passeggiata all’High Line





 Pic-nic a Central Park






Central Park, fontana






 Da Tiffany non può succedere niente di brutto….






I love Marc Jacobs!



Non posso farci niente, sono innamorata di questa città!!



Instagram

  • Mi sono chiesta diverse volte oggi come sar pubblicare sul
  •  stata una buona idea tenere Tokyo come ultima tappa
  • La bellezza E io che giro per Kyoto scattando foto
  • MAKE A WISH  tennoji tennojitemple tenoji audreyinjapanland osaka osakajapan
  • E dopo il Padiglione doro per non scontentare nessuno ecco
  • A spasso nel tempo A Kyoto basta girare un angolo
  • Spesso ogni volta che racconto a qualcuno dei miei viaggi
  • Come quando il sole brilla e il Padiglione Dorato scintilla
  • C stato un giorno a Kyoto in cui mi sono

Archivi

  • 2019 (3)
  • 2018 (25)
  • 2017 (67)
  • 2016 (68)
  • 2015 (79)
  • 2014 (99)
  • 2013 (108)
  • 2012 (168)
  • 2011 (156)