Archivi mensili: ottobre 2011

TRICK OR TREAT?






Happy Halloween!!






























Come festeggerete la giornata delle zucche?? 




GOOD MORNING!






Questa mattina per la prima volta forse da mesi ho potuto apprezzare un risveglio lento. Che lusso ignorare la sveglia. Che meraviglia riemergere con calma da sotto il piumone,  preparare una colazione dolcissima, sfogliare una rivista di moda sorseggiando un tè caldo. Che delizia scegliere il look del giorno, sbirciare i miei blog preferiti al pc senza nemmeno alzarmi dal letto, fare una telefonata agli amici più cari per organizzare la giornata.  Certe volte c’è bisogno di mattine così. Lente, rilassate, meditative. Se non altro per affrontare al meglio tutte quelle mattine in cui invece ti fiondi sotto la doccia addentando un toast al volo e finisci di vestirti sulle scale e di truccarti in macchina al semaforo. Ah, cosa non farei senza la mia frenetica vita!!
















































E a voi come piace passare una mattinata di relax?


THE WOMAN IN YELLOW






Pur essendo una vera fanatica de “La signora in giallo” e una grande fan della regina del giallo Agatha Christie, nel mio guardaroba manca un tocco di giallo. E’ un colore che non mi ha mai convinto, anche se ora mi sto ricredendo. Dà luce, regala un sorriso allegro ed è perfetto per illuminare una grigia giornata autunnale. Basta un dettaglio e la giornata è subito più colorata. Il giallo è perfetto con il verde e con il viola, diventa chic abbinato al blu e boho con una t-shirt a righe. Giallo limone, senape, fluo, lime… ad ognuna la sua sfumatura. Un dettaglio giallo sul beige, unghie rosso scuro et voilà, il glam è servito. Infine imperdibili i nuovi accessori di stagione, con cui è facilissimo giocare a fare “La signora in giallo” per un giorno.


 


















 














































E voi che ne pensate di questo colore? Lo usate di solito?



ISTANBUL: THIRD DAY PART I






Il terzo giorno è dedicato soprattutto allo shopping! Dopo un’abbondante colazione rilassata in un altro locale con terrazza e la solita passeggiata con tanto di foto, arriviamo al Grand Bazar.  Che è come dire “arriviamo in Paradiso” per quanto mi riguarda. Collane, orecchini, lampade, cuscini, pashmine… non ci facciamo mancare niente, dilettandoci anche nell’arte della contrattazione che dà i suoi buoni risultati. Bellissime le stampe scovate in un minuscolo bugigattolo, tutte con protagonisti i dervisci rotanti la cui gonna è composta da suggestive scritte in arabo il cui senso è tipo “credi in te stesso”. Imperdibile infine la merenda a base di tè alla mela bollente e torta al cioccolato super peccaminosa. Senza fare il conto dei soldi spesi però…



















































ISTANBUL: SECOND DAY PART II






Il secondo giorno turco continua con un’immersione nei suoni, odori e colori del Bazar delle Spezie, che richiede davvero di perdersi per poterlo apprezzare. Zafferano, tè alla mela, cannella, frutta secca… il miscuglio di profumi è imperdibile. Una volta fuori, la passeggiata continua nel quartiere di Sultanahmet, dove nei pressi della Fontana dei Tedeschi ci imbattiamo in un concerto di musica tipica turca che regala non poche emozioni: è stupendo stare seduti lasciandosi coinvolgere dal ritmo e sbirciando sullo sfondo i minareti della Moschea Blu. Moschea che poco dopo visitiamo, l’avevo già vista ma ogni volta entrarci è una sensazione incredibile.  All’uscita, giusto un’occhiata ammirata all’esterno di Santa Sofia (che al momento saltiamo) e poi altre suggestioni grazie all’atmosfera magica della Cisterna della Basilica (Yerebatan): le luci che illuminano le colonne sospese sull’acqua regalano uno spettacolo unico. 
Usciamo verso le sei, quindi non avendo pranzato ci abbuffiamo di kebab e verdurine varie in un localino affacciato sulla strada e poi ricominciamo la lunga ma piacevole passeggiata verso l’ostello. Lungo la strada ammiriamo la città che si fa bella per la notte accendendo tutte le sue luci e scattiamo un sacco di foto. Non resta che trovare un posto carino per cena, a cui seguono diverse ore spensierate in un localino dove suonano musica dal vivo, dove conosciamo un simpatico ragazzo curdo e dove facciamo quasi l’alba chiacchierando e bevendo birra. Un’altra giornata perfetta in una città incantevole. 























































Instagram

  • Dove sono a lavoro Dove vorrei essere a New York
  • Punta sempre alla luna Mal che vada raggiungerai un cielo
  • Cose belle da fare una volta nella vita visitare Procida
  • Non  sempre tutto bianco o tutto nero esiste anche
  • Adoro viaggiare Non potendo partire spesso quanto vorrei ho imparato
  • Oggi cos con il corpo sono al lavoro e con
  • Blue Christmas  e anche un po pink waitingforchristmas christmas
  • A Torino siamo pronti  lucidartista waitingforchristmas christmas christmasdecor viapo
  • Cose belle di questo periodo tornare a casa a piedi

Archivi

  • 2018 (23)
  • 2017 (67)
  • 2016 (68)
  • 2015 (79)
  • 2014 (99)
  • 2013 (108)
  • 2012 (168)
  • 2011 (156)