Archivi Annuali: 2019

LE REGOLE DEL SORRISO PERFETTO

Di cosa, nel corso di una giornata, non potreste proprio fare a meno? Ci pensavo l’altro giorno, quando ho dimenticato il portafoglio a casa, e mi sono resa conto che c’è una cosa che, in qualunque situazione, mi salva sempre e comunque: il sorriso. Pensateci: quando conosciamo una persona nuova, quando affrontiamo un colloquio di lavoro, quando dobbiamo scusarci per qualche dimenticanza (ehm…), quando vogliamo chiedere un favore oppure ringraziare per qualcosa: in tutti questi casi, come prima cosa sorridiamo. E allora, visto che sorridiamo così spesso, mi sono chiesta: quali sono le regole del sorriso perfetto? Ecco le mie:

1. UNA CORRETTA IGIENE ORALE
Sembra scontato, ma non lo è. L’igiene orale non vuol dire semplicemente lavarsi i denti prima di andare a dormire. Anzi. Ecco alcuni accorgimenti di cui tenere conto:
– gli spazzolini non sono tutti uguali: grazie alle moderne tecnologie, oggi possiamo utilizzare il meglio della tecnica e dell’innovazione. Il mio dentista mi ha consigliato di rivolgermi sempre a brand leader del settore, per non avere brutte sorprese, e io ho scelto Philips. Gli ultimi spazzolini elettrici sono una potenza: grazie alla tecnologia Sonicare, effettuano 5 tipi di movimento diversi e rimuovono la placca fino a 7 volte di più di uno spazzolino manuale.
– anche il cibo fa la sua parte: ok, una dieta equilibrata fa miracoli quasi per tutto, ma quando si parla di igiene orale davvero l’alimentazione può fare la differenza. Che non vuol dire solo evitare gli zuccheri ma anche, per esempio, aspettare 20 minuti prima di lavare i denti dopo aver bevuto bevande frizzanti che, per via dell’acidità, corrodono lo smalto.
cogli l’attimo! Ovvero: programmate la pulizia dei denti 2 volte l’anno, fate controlli periodici dal dentista senza aspettare di sentire qualche fastidio e preparatevi una piccola trousse con spazzolino/dentifricio, filo interdentale e colluttorio “flash” per non saltare mai una sessione di igiene orale – neppure in viaggio!

sorriso perfetto

2. LABBRA A PROVA DI KISS
– scrub, maschere & co. Le labbra sono la cornice del sorriso, quindi qualche attenzione extra è un must. Una volta alla settimana, fate uno scrub delicato per eliminare le cellule morte e, subito dopo (quando appunto sono più ricettive) applicate una maschera idratante specifica. Ormai se ne trovano tantissime anche low cost.
– il rossetto perfetto esiste(?). Secondo me, sì. Provate varie nuance nella grande distribuzione, grazie ai tester, e quando trovate la vostra sfumatura della vita cercate il colore più simile tra le linee dei brand che preferite.
– non dimenticate mai di struccare con cura anche le labbra la sera e di applicare, prima di dormire, un balsamo extra nutriente che ripari le piccole fessurazioni mentre dormite: minimo sforzo, massima resa!

sorriso perfetto_labbra

3. ENTRATE NEL MOOD.
Sì, anche l’atteggiamento conta. Un sorriso di circostanza non arriva agli occhi e chi lo riceve, la maggior parte delle volte, se ne accorge. Inoltre, essere ben disposti nei confronti della vita e gioire delle piccole cose (tipo che oggi c’è il sole e sembra primavera) aiuta a sorridere più spesso e con maggior naturalezza. Mai sentito il detto “sorridi che la vita ti sorride”? Ecco, provare non costa nulla. E comunque, è scientificamente provato che un atteggiamento positivo nei confronti della vita, a volte, aiuta ad attrarre persone e cose positive. Quindi… HAPPY SMILE A TUTTI!

Post in collaborazione con Philips

2018: BEST OF

Ovvero tutto quello che mi è piaciuto dell’anno appena trascorso. Un piccolo promemoria, che può diventare anche, se vi va, una mini guida ricca di consigli per voi su libri, film, viaggi, make up… Tanti spunti e tanti appunti per portare il meglio del 2018 anche nel 2019, in attesa di nuovi “preferiti”, di nuove avventure, di nuovi BEST OF appunto.

MIGLIORI FILM DEL 2018

– I segreti di Wind River

– Tre manifesti a Ebbing, nel Missouri

– When God sleeps

– Oltre la notte

MIGLIOR COMMEDIA DIVERTENTE:

– Come ti divento bella

MIGLIOR DOCUFILM

– Radio Kobani

MIGLIOR SERIE TV VISTA PER LA PRIMA VOLTA NEL 2018:

– Narcos stag. 1 e stag. 2

MIGLIOR SERIE TV VINTAGE (da vedere e rivedere)

– La signora in giallo

MIGLIOR FICTION TV:

– La mafia uccide solo d’estate

MIGLIORI PRODOTTI MAKE UP PROVATI NEL 2018:

– Mascara: Grandiose di Lancome

– Rossetto: Chanel Rouge Coco (io uso il numero 470)

– Matita labbra: Sephora, colore 05 Cherry

– Correttore: Kiko, numero 06

MIGLIOR PROFUMO:

– Twilly di Hermes

MIGLIOR RAPPORTO QUALITA’/PREZZO E MIGLIORI OMAGGI:

– L’Occitane

MIGLIOR MARKETING:

– Naj-Oleari Make Up

MIGLIOR GIALLO LETTO:

– “La moglie tra di noi” di S. Pekkanen e G. Hendricks

MIGLIOR ROMANZO D’INTRATTENIMENTO LETTO:

– L’ultima signora Parrish di L. Constantine

MIGLIORI EVENTI:

– Seeyousound Festival (appena iniziata la V edizione, se siete a Torino trovate tutti i dettagli QUI)

– Collisioni, dove sono stata invitata da Seat Italia per assistere al concerto di Lenny Kravitz: non sapevo cosa aspettarmi,  perchè come artista non l’ho mai seguito moltissimo, ma ha fatto uno show PAZZESCO!

– in prima fila ad una sfilata di moda nella mia Torino

– a Milano per la presentazione in sartoria del nuovo libro di Cristina Caboni, La stanza della tessitrice

– il torneo di Trivial Pursuit del Circolo Arci Sud, dove finalmente al terzo tentativo ABBIAMO VINTO!

– il concerto dei New Order, quello dei Massive Attack e i due di Vasco Brondi

– la masterclass (e successiva serata) con un regista del calibro di Vincent Moon

MIGLIORI #SOLOCOSEBELLE

– la più importante: sono diventata zia, all’improvviso e a sorpresa. Ed è iniziata un’avventura incredibile che mi ha fatto scoprire la bellezza di vedere il mondo con gli occhi di una bimba <3

– il viaggio ad Hong Kong in solitaria, che mi ha rimesso in pace con me stessa alla fine di un inverno non facile e mi ha permesso di scoprire con i miei tempi un posto incredibile

– aver trovato il coraggio di apparire di più in prima persona sui miei social, e quindi, al contempo, aver imparato ad accettare alcune cose di me che non mi piacciono e aver iniziato a lavorare per cambiare quelle che non mi piacciono

– le gite al mare con i miei – e tutti i momenti passati con loro

– il viaggio in Caucaso con Ale <3 

– rivedere Andre e scoprire il famoso “Castello Disney” 😉 

– i miei amici e tutte le persone che per me ci sono sempre 

E tante altre cose che adesso non ricordo ma che ci sono state! E voi cosa ricordate con particolare gioia del 2018?

#TRAVELDREAMS 2019 – 7 SOGNI (+1)

A me questa cosa dei #traveldreams di solito porta bene. Sarà che fare una lista è sempre il modo migliore per darsi degli obiettivi da raggiungere, sarà che tanto ferma in un posto non ci so stare… qualunque sia il motivo, ogni anno compilo il mio elenco e a dicembre riesco a spuntare diversi desideri. Da quando esiste questo progetto, ideato dalle bravissime blogger Manuela, Farah e Lucia, io ho già compilato 4 liste e realizzato davvero tanti desideri di viaggio. (QUI la lista dello scorso anno).
Nel 2018, per esempio, ho finalmente raggiunto Hong Kong – che figurava in elenco da parecchio – e per di più l’ho fatto con uno stupendo viaggio in solitaria in occasione del Capodanno Cinese. In primavera ho fatto i miei soliti giri per l’Italia: tanta Liguria, la solita Milano, i tulipani del Castello di Pralormo e la bellissima lavanda di Sale San Giovanni a giugno. Lo stesso mese in cui ho raggiunto un caro amico a Monaco di Baviera per un weekend – durante il quale ho anche finalmente visitato il bellissimo Castello di Neuschwanstein. A luglio, è stata la volta di Mantova e Borghetto sul Mincio con la scusa del concerto dei Massive Attack e poi di Langhe e Barolo per ascoltare Lenny Kravitz (grazie Seat Italia!). Ad agosto, viaggione dell’anno: quasi 3 settimane a zonzo tra Georgia, Armenia e Azerbaijan: interessantissimo. L’autunno, per la prima volta da anni, è stato invece parecchio moscio a parte una bellissima giornata a Milano, ma il motivo è presto detto: c’è in vista una meta TOP per l’inizio del 2019 e dovevo risparmiare un po’ 😉
Eccoci quindi ai nuovi viaggi dei sogni, quelli che spero di realizzare quanto prima: fatemi sapere che ne pensate!


1. GIAPPONE


Per anni non è neppure entrato in lista, adesso sento un bisogno impellente di andarci finalmente anche io. Dopo averne sentito parlare, averlo respirato in libri e film e aver visto milioni di foto su Instagram…è ora di andare a vederlo di persona.

2. SINGAPORE


Desiderio che si ripete: mi sa che questa città la continuerò a inserire in elenco finchè non riuscirò finalmente a visitarla!

3. UZBEKISTAN

Idem come sopra: finchè non riesco a d andarci, questo Paese non esce dalla travel bucket list!

4. ISRAELE


Desiderio sfiorato un paio di anni fa e poi rimandato. Ma Tel Aviv e Gerusalemme mi tornano periodicamente in testa e mi chiamano, mi chiamano… chissà se il 2019 sarà l’anno giusto per rispondere 😉. Io spero proprio di sì.

5. MONTENEGRO (E BALCANI IN GENERALE)


Un on the road che mi piacerebbe fare in un periodo non troppo affollato, alla scoperta di queste terre che hanno tanto da raccontare e non sono ancora state travolte dal turismo di massa.

6. SCOZIA

Un altro on the road che mi piacerebbe tantissimo fare, sulle tracce di castelli abbandonati, colline verdeggianti e… mostri marini di dubbia esistenza – ma di enorme simpatia 😉

7. CAMARGUE (PINK FLAMINGO E SALINE ROSA)

Un sogno vicino e abbordabile: la Camargue, con le sue saline rosa, i suoi tramonti spettacolari e i parchi naturali ricchi di fenicotteri. 

E poi c’è il mio +1. Un Travel Dream che sto per realizzare grazie ad una persona speciale, un viaggio che in passato è comparso anche in questa lista e quindi adesso riappare solo per essere, appunto, finalmente spuntato:

E voi dove vorreste andare nel 2019?

Instagram

  • E dopo il Padiglione doro per non scontentare nessuno ecco
  • A spasso nel tempo A Kyoto basta girare un angolo
  • Spesso ogni volta che racconto a qualcuno dei miei viaggi
  • Come quando il sole brilla e il Padiglione Dorato scintilla
  • C stato un giorno a Kyoto in cui mi sono
  • Quel momento Quel momento in cui ho visto per la
  • Da non perdere a Kyoto la foresta di Bamboo di
  • Me lavevano detto che mi sarei innamorata di Kyoto Delle
  • Alla scoperta di Kyoto attraverso i suoi mercati e il

Archivi

  • 2019 (3)
  • 2018 (25)
  • 2017 (67)
  • 2016 (68)
  • 2015 (79)
  • 2014 (99)
  • 2013 (108)
  • 2012 (168)
  • 2011 (156)