Tante volte quando si pensa ad un week end lungo si sceglie una città italiana oppure una capitale europea. Ma se avete il passaporto una valida alternativa, per di più low cost, potrebbe essere il Marocco. E’ vero che è un paese grande e che richiederebbe almeno una settimana per vedere un po’ di cose, ma ormai i voli costano pochissimo e nulla impedisce di tornarci più volte. Ed è proprio quello che ho fatto io. Dopo un giro di una settimana nel 2010, sono tornata quest’anno sfruttando un’offerta di Ryanair per cui ho pagato 45 euro a/r. Il volo era un Bergamo Orio al Serio – Fes, il che ci ha permesso di visitare una parte di Marocco leggermente meno turistica ma comunque molto affascinante. Fes infatti ha conservato in toto la sua medina medioevale, e quindi immergersi nei suoi vicoli equivale a fare un vero e proprio salto nel tempo. Da qui con un’oretta di treno si possono raggiungere Meknes e il sito romano di Volubilis, oppure con circa 4 ore di autobus si può raggiungere Chefchaouen per ammirare la sua bellissima medina azzurra.

A conti fatti, un viaggio del genere può essere davvero low cost. Tra l’altro, il Marocco non necessita di visto quindi anche l’ingresso per noi italiani è molto facile, è sufficiente il passaporto in corso di validità. Ecco quindi la nostra “nota spese” – eravamo due amiche:

  • volo: 45 euro
  • Torino – Bergamo Orio al serio a/r: 9 euro a tratta con Flixbus
  • pernottamenti in stanza singola (piccola ma pulita) con bagno privato in centro a Fes: 15 euro a notte con colazione (buonissima!) in terrazza inclusa 
  • taxi dall’aeroporto all’hotel: omaggio dell’hotel
  • taxi dall’hotel all’aeroporto: 7 euro a testa
  • cibo: circa 5 euro a pasto (sedute al ristorante, altrimenti anche meno)
  • autobus per Chefchaouen e/o treno per Meknes: circa 6/7 euro in base alle tratte – volendo si può contrattare per un auto privata per muoversi in autonomia, cosa utile se avete poco tempo a disposizione, ma ovviamente il prezzo sale un po’. Nelle Medine invece ci si sposta a piedi quindi… è gratis!

TOTALE per 3 GIORNI: 150 euro circa. Poi ovvio che se come me siete malati di shopping, il budget deve aumentare un po’ 😉 ma spero di aver dimostrato che si può comunque fare un bel viaggetto senza per forza svenarsi. Vi lascio qualche foto e, in caso di dubbi o di aiuto per un itinerario personalizzato, scrivetemi a info@audreyinwonderland.it oppure sulla pagina facebook!

PS: per abbassare notevolmente i costi, e anche per divertirvi, ricordatevi di contrattare duro! 😉 Soprattutto per quanto riguarda lo shopping, la contrattazione è parte del rituale stesso del comprare. In diversi mi hanno chiesto “a quale prezzo è giusto arrivare?” ma non esiste una risposta univoca: il prezzo giusto è quello che fa contenti noi – perchè compriamo un oggetto che ci piace senza svenarci – e allo stesso tempo il venditore (che spesso è anche artigiano) perchè realizza un guadagno congruo al suo stile di vita. Per intenderci: magneti, orecchini e carabattole varie le pagate 1 euro e va benissimo. Oggetti più particolari come gioielli in argento, lampade tipiche, stoffe tradizionali, olio di argan, etc. vi verranno proposti a prezzi “europei”. Voi ribattete con la metà di quello che siete disposti a spendere, e quando il venditore scende un po’ voi salite fino a trovarvi a metà strada: et voilà, ecco il prezzo che fa felici entrambi! E se proprio non vi va giù il prezzo proposto, provate ad allontanarvi: vi seguiranno e scenderanno ancora. Occhio solo a non esagerare per risparmiare pochi spiccioli che per noi sono niente ma per loro sono le cene di un’intera settimana. E soprattutto… divertitevi!