Stai leggendo
L’INVITATA PERFETTA: COME VESTIRSI PER UN MATRIMONIO

L’INVITATA PERFETTA: COME VESTIRSI PER UN MATRIMONIO

come vestirsi per un matrimonio

Lavorando nella moda, mi capita spesso di entrare in contatto con ragazze e giovani signore che devono partecipare come invitate al matrimonio di una persona cara. E tutte si fanno la stessa domanda: come vestirsi per un matrimonio? Oppure, queste persone hanno già acquistato l’abito e chiedono consigli per gli accessori da abbinare. Mi sono però resa conto che, a livello di idee e di stile, c’è davvero molta confusione, proprio a partire dalla scelta del vestito. Ognuno è libero ovviamente di abbigliarsi come ritiene, ma se si vuole essere davvero perfette, nel caso dei matrimoni ci sono alcune regole di stile che sarebbe bene seguire. Con qualche piccolo accorgimento, infatti, si può passare facilmente da un look carino ad uno “WOW”!
Eccovi quindi una serie di regole, a mio parere le più importanti, su come vestirsi per un matrimonio in modo da essere davvero l’invitata perfetta sotto tutti i punti di vista:

COLORI: mai indossare il bianco. Ovvio? Sì, ma credetemi negli anni ho visto di tutto. Addirittura la madre della sposa più in bianco della sposa. Ecco, NO. Allo stesso modo sarebbe bene evitare il total black, riservato ad altre circostanze, e secondo i più tradizionalisti sarebbe da non indossare neppure il rosso, troppo vistoso e “audace” per l’occasione. Via libera ai colori pastello, sempre indicatissimi, alle tinte unite in colori vivaci ma non troppo appariscenti e alle fantasie sobrie, quelle floreali in primis.
SCARPE: ok, ci vorrebbe un tacco, anche perchè slancia. Ma se non siete brave a camminare sul tacco 12, è meglio evitare piuttosto che soffrire tutto il giorno. O peggio, camminare come una giraffa ubriaca. Un tacco medio – che adesso va pure di moda – va benissimo e vi consente anche di scatenarvi nelle danze dopo cena. Non vi piace il tacco largo con l’abitino elegante? Puntate sulle kitten heels, le scarpine con la punta allungata e un fine tacco a rocchetto tra i 3 e i 4 cm. E’ sempre chic e sta bene a (quasi) tutte. Nota di vita vissuta: NO, NO e poi NO alle zeppe. Non sono scarpe da matrimonio. Punto.
TAGLI, TESSUTI E LUNGHEZZE: comprarsi un bel vestito, alla fine, fa piacere a tutte e giustamente si cerca di puntare su un modello riutilizzabile poi in altri contesti per non sprecare del tutto i soldi. Perfetto. Ma ricordatevi che è il giorno della sposa. Quindi, NO a scollature abissali, trasparenze sensuali, minigonne ascellari e via dicendo. Scegliete un abito al ginocchio, longuette oppure lungo fino ai piedi, anche in base all’ora e allo stile della cerimonia. Un esempio pratico? Il vestito da red carpet, magari pieno di strass, per un matrimonio a mezzogiorno in Comune anche no. Scegliete un buon tessuto, che vi valorizzi e dia l’idea di preziosità. Non è necessario svenarsi, ma dovete essere brave a comprare qualcosa che sembri molto più costoso di quello che realmente è. Sono stata a diversi matrimoni e vi garantisco che le ragazze più carine non erano quasi mai quelle che avevano speso di più.
BORSE E POCHETTE: sembra una banalità, ma evidentemente non lo è. Ai matrimoni non si va con la borsa da giorno capiente e che non c’entra una mazza con l’abito solo perchè magari avete la Speedy di Vuitton e volete mostrare la griffe. NO. Meglio una clutch di Accessorize o negozi simili, pagata un decimo, ma adatta al contesto. Tanto dovete portarvi solo le chiavi, il telefonino e un rossetto. Scegliete una pochette in tono con l’abito, non per forza coperta di strass se non li amate ma che richiami per stile e colori il resto del look. Non è più obbligatorio abbinare la borsa alle scarpe, basta che ci sia un’armonia complessiva di tutto l’outfit.
BIJOUX: completano il look e sono la cosa più divertente da acquistare, perchè li riutilizzerete in mille altre occasioni quotidiane, quindi sbizzarritevi pure. Valgono però le solite regole: scegliete accessori finissimi e sobri se volete mettere sia collana che orecchini che bracciale, oppure puntate su un solo pezzo forte (utile anche per fare conversazione, provare per credere!) e mantenete al minimo storico gli altri accessori. La parure? Per quanto mi riguarda, invecchia. Meglio fare un abbinamento che sia solo vostro. Amate strass & co.? Ok a brillare un po’, no a sembrare un lampadario della Reggia di Versailles. Stessa regola per il trucco: valorizzatevi e illuminatevi quanto vi pare, ma niente effetto maschera o, peggio, drag queen.

Vi lascio infine una gallery d’ispirazione per quanto riguarda gli abiti che rispondono alla domanda “come vestirsi per un matrimonio”: partite da quello e costruiteci attorno il resto del look. Osate, divertitevi e, senza strafare, stupite!

Guarda Anche

invitata perfetta 1 come vestirsi per un matrimonio come vestirsi per un matrimonio 2 come vestirsi per un matrimonio 3 invitata perfetta 4

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Guarda Commenti (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright 2019 © by BSide Art Studio

Scroll To Top