Archivi Annuali: 2016

4 LOOK PER LE FESTE

Ci siamo. Il countdown è quasi finito e tutte le caselline del mio calendario dell’avvento sono state aperte. Finalmente è ora di festeggiare! Con stile, ovvio. Ecco quindi una miniguida fast al look delle feste: dalla Vigilia in relax al pranzo di Natale, dalla passeggiata di Santo Stefano al veglione di Capodanno. E voi cosa indosserete in questi giorni?

LA VIGILIA DI NATALE

Se a differenza di me avete la fortuna di passarla senza lavorare, le parole d’ordine sono ROSSO e COMFY.  Il look sarà stiloso ma super comodo, perfetto per passare dall’infornare gli ultimi biscotti alla consegna dei regalini alle amiche. Il must? Il maglione natalizio super spiritoso.

IL PRANZO IN FAMIGLIA

Il giorno di Natale con l’oro non si sbaglia mai. Per essere chic abbinatelo al bianco e riservate il rosso solo a piccoli dettagli tipo il rossetto o un piccolo accessorio. Sarete le meno scontate pur rispettando il classico dress code del 25 dicembre.

LA PASSEGIATA DI SANTO STEFANO

Se anche voi a Santo Stefano amate fare due passi smaltisci calorie o una gita in qualche città nuova, scegliete un look comodo ma assolutamente glam: non si sa mai chi potreste incontrare… Il capospalla per eccellenza in questa situazione rilassata e spensierata è senza dubbio la mantella: calda, morbida e avvolgente. Come un abbraccio. 

IL VEGLIONE DI CAPODANNO

Io quest’anno non sarò in Italia a Capodanno ma andassi ad una festa credo mi piacerebbe per una volta esagerare e puntare su un look super glamorous: abitino di paillettes in un colore beneaugurante, sandali in suede a contrasto e minibag luccicante – dai che una volta all’anno si può strafare, lo dicevano anche gli antichi!

 

BUON NATALE E SUPER LUCCICANTI FESTE A TUTTI!!

BOOKS FOR BREAKFAST # 38 – NATALE A NOTTING HILL

NATALE A NOTTING HILL

Karen Swan

Newton Compton

Migliaia di addobbi e luci scintillanti decorano Londra mentre si avvicina il Natale, ma Nettie Watson non è in vena né di feste né di regali. Il Natale, per lei, è solo il ricordo doloroso di quello che aveva, della vita che era abituata a fare e di chi non c’è più… Quando, con sua grande sorpresa, si ritrova al centro di una campagna mediatica senza precedenti e, ancora più inaspettatamente, attira l’attenzione di Jamie Westlake, la popstar più amata del momento, la situazione la coglie del tutto impreparata. Jamie è famoso per essere un impenitente spirito libero ma l’attrazione nei confronti di Nettie è evidente e innegabile, come del resto i suoi sforzi per ignorare i propri sentimenti e la straordinaria chimica tra loro… Nettie, dal canto suo, è alle prese con profonde ferite: il dolore per la scomparsa della madre è ancora troppo fresco e non ha idea di come lasciarselo alle spalle per accogliere la gioia di quelle luci sfavillanti, della pienezza degli abeti carichi di neve e la promessa di quell’amore che sta bussando al suo cuore…

Che dire, Karen Swan è una garanzia per staccare due ore dalla propria routine e immergersi nelle vite romanzate delle sue protagoniste, inizialmente un po’ imbranate e poi catapultate “loro malgrado” in ambienti scintillanti che, ammettiamolo, un po’ fanno sognare anche le più ciniche di noi. In questo romanzo mi sono subito identificata con la protagonista perché si fa una figuraccia non indifferente davanti alle telecamere e dato che io sono la regina delle gaffe mi è stata subito simpatica. In poco tempo la sua caduta giù per una montagna – in un imbarazzante abito da coniglio – rimbalza su tutti i social e i suoi followers aumentano a dismisura. Tra di essi c’è anche un affascinante popstar… e qui la storia diventa ovviamente prevedibile, anche se ho apprezzato l’elemento più serio dato dalla tristezza di Nettie per la morte della mamma, avvenuta tempo prima ma mai superata. Quindi anche tra festoni scintillanti e location da sogno il romanzo affronta comunque un tema importante come l’elaborazione di un grosso lutto e la tristezza che spesso ci portiamo dietro durante le feste se non siamo completamente soddisfatti della nostra vita. Per il resto è il classico romanzo alla Karen Swan, perfetto per rilassarsi dopo una giornata di shopping natalizio e staccare (quasi) del tutto il cervello.

Come ogni volta un grazie speciale allo staff di Newton Compton, sempre gentilissimo, che anche in questa occasione natalizia mi ha regalato una bella evasione dal mondo reale – e dal caos delle festività!

 

DEAR SANTA…

Io la letterina a Santa Claus la scrivo ancora. Giuro. Sarà che mettere i propri desideri nero su bianco mi sembra sempre un passo in più per farli avverare, o che comunque qualcuno che la sbircia e mi sorprende c’è sempre, fatto sta che anche quest’anno la wishlist è pronta – in realtà lo è da circa metà novembre! E poco importa se Babbo Natale invece delle renne e del calesse ormai usa amazon o ebay: i sogni son desideri, e regalarne uno è sempre bellissimo, quindi perché privare la gente di tale gioia lasciandola a brancolare nel buio – o nella ressa dei negozi? 😉

Libro “Guida al giro del mondo”

DVD “La pazza gioia”

Libro “Il diavolo vince a Wimbledon”

Dvd “Single ma non troppo” 

Poltrona color zafferano Ikea + poggiapiedi (o carta regalo IKEA e poi ci penso io!)

Prodotti e confezioni beauty della Too Faced – Christmas limited edition

Il vecchio ma sempre valido e super gradito “contributo viaggio” 😉

 

E voi cos’avete in wishlist quest’anno?

DUE VIAGGI NEL TEMPO NEI DINTORNI DI ROMA

travel-cop_fotor

Roma, si sa, è bellissima e merita una visita approfondita almeno una volta nella vita.  Anche tante volte nella vita. Su di lei è stato scritto di tutto e per visitarla come si deve non avete che l’imbarazzo della scelta tra guide, blog e libri. Oggi però voglio proporvi due idee per chi si trova a Roma per la seconda o terza volta – o per un periodo più lungo del classico weekend – e abbia voglia di scoprire qualcosa di imperdibile anche nei dintorni. Due gite di un giorno da fare tenendo Roma come base, in modo da non portarsi dietro nulla più che la macchina fotografica; due piccoli viaggi da me personalmente provati nel ponte dei Santi (avete visto le foto sul mio canale Instagram?) e che mi sono piaciuti molto entrambi.


CIVITA DI BAGNOREGIO
La chiamano “la città che muore” perché sorge su un terreno tufaceo molto precario che rischia perennemente il crollo a causa dell’erosione. Ma, al contrario, è un piccolo borgo pieno di vita: gatti, fiori, turisti e tanti deliziosi ristorantini rispettosi dell’ambiente circostante. Si accede solo a piedi e auto e motorini sono rigorosamente banditi. Una vera e propria oasi di pace, facile da girare – se non si contano i 300 metri di salita per accedervi 😉 – e perfetta per trascorrere qualche ora in uno dei borghi d’Italia più suggestivi. Imperdibili la vista sulle vallate circostanti e la foto di rito dal belvedere di Bagnoregio per una visione d’insieme del borgo.

img_1841

img_1724

img_1726

img_1769
IL PARCO DEI MOSTRI DI BOMARZO
Una vera sorpresa. Tappa non programmata, questo posto mi ha stupito sul serio. Nato come “Giardino delle Meraviglie” nel ‘500 per volere del principe Pier Francesco Orsini, fu realizzato dall’architetto Pirro Ligorio (per intenderci, colui che a San Pietro portò a termine i lavori di Michelangelo dopo la sua morte!).  Si paga un biglietto da 10 euro e si può stare nel Parco quanto si vuole, andando alla scoperta delle statue bizzarre disseminate lungo il percorso: animali, eroi omerici, divinità, personaggi mitologici e chi più ne ha più ne metta! Tutte le sculture sono realizzate scavando e incidendo il peperino, una pietra locale molto resistente, tanto è vero che il parco conserva praticamente intatto il suo aspetto cinquecentesco: sembra davvero di fare un viaggio nel tempo!

img_1999

img_2585

img_2584

img_2071
COME ORGANIZZARSI E DOVE DORMIRE
Se come me per questi due “viaggi nel tempo” scegliete di soggiornare comunque nella Capitale, il miglior rapporto qualità-prezzo l’ho trovato nella catena Best Western: nei suoi hotel a Roma ci sono camere spaziose e luminose, finemente arredate, a prezzi ragionevoli. Tra l’altro ho trovato molto carina l’offerta “Arte e Cultura”: se prenoti 2 notti ricevi 1 biglietto a testa per una mostra o un museo della città oppure uno sconto del 50% su city card o city sightseeing!
Per quanto riguarda le distanze, calcolate circa un’ora e mezza per raggiungere Civita (120 km) e un’ora e un quarto per andare a Bomarzo (90 km). Per quanto riguarda il viaggio nel tempo… lasciate fare alla magia di questi due luoghi imperdibili!

BLACK FRIDAY: SU COSA PUNTARE?

cop_fotor

Ci siamo: – 2 giorni al BLACK FRIDAY, il giorno più grandioso dell’anno per gli acquisti a prezzo scontato, tradizione tutta americana finalmente arrivata anche da noi in Italia, sia in boutique che negli store online. E dal momento che lo shopping è una cosa moooolto seria, come tale va affrontato: preparazione, pianificazione, stanziamento del budget, carta di credito alla mano e – quasi – lo stesso coraggio di chi parte per una missione speciale 😉 Direi che in questo non c’è fashionista che non sia all’altezza. Ma quante volte capita di ritrovarsi dopo i mega saldi a guardare sconsolate quel capo che non metteremo mai e che abbiamo acquistato in preda alla “febbre da sconto”? Succede a tutte, anche alle più esperte. E allora ecco una mini guida ai capi su cui puntare quest’anno, quei pezzi da aggiudicarsi in offerta perché sopravvivranno a malapena alla stagione oppure perché, viceversa, sono senza tempo. Pronte per lo shopping?

1085_fotor_collage

  • IL COLLANT CON LE STELLINE: li ho visti in vetrina da Calzedonia e me ne sono innamorata.  Capaci di rinnovare un look altrimenti banale, è davvero il caso di vedere se venerdì si trovano ad un buon prezzo: vi accompagneranno fino a gennaio!
  • LA GONNA IN TULLE: da quando l’ha indossata Carrie, periodicamente torna in auge. Compratene una adesso e avrete risolto anche l’outfit di Capodanno.

1085_fotor_collageg

  • LA MAXIMAGLIA: perfetta per quei giorni in cui avete voglia di un casual stiloso ma senza il minimo sforzo. Compratela verde militare e in un colpo solo indosserete due dei trend più forti della stagione.
  • LA GONNA PLISSE’: se ancora non ne possedete una, è ora di colmare questa lacuna 😉 se invece ne avete già una che vi aspetta nel guardaroba, puntate su un colore inedito oppure su un tessuto metallizzato. Effetto garantito. 

1085_fotor_collagek

  • UN CAPO SCOZZESE. Va bene tutto: una camicia, una cappa oppure una mantella, o anche una sciarpa. La stampa scozzese è tornata in auge e non può mancare nel guardaroba di questo inverno.
  • GLI STIVALI DA PIOGGIA: che siano i classici Hunter o un paio low cost poco importa. L’importante è averne almeno un paio, e che siano coloratissimi: affronterete le giornate di pioggia con tutto un altro spirito!

1085_fotor_collagem

  • LE SCARPE IN VELLUTO. Grande protagonista di questa stagione, il velluto a sorpresa quest’anno compare su scarpe da giorno e da sera. Tantissimi i colori tra cui scegliere ma i migliori sono quelli di stagione: il caramello dorato, il verde bosco, il viola melanzana e l’azzurro carta da zucchero.
  • IL BURGUNDY: è un colore che ciclicamente ritorna quindi con un bel pezzo base – un pull oppure una gonna – non si sbaglia. Sceglietelo di ottima fattura e vi accompagnerà negli anni resistendo a tendenze molto più “fast”.

d2ed4b41e09f1e7c4bb497f72cf439f9_fotor_collage

  • LE SCARPE LUCCICANTI: impossibile non averne un paio. Ormai si usano estate ed inverno ma è in questo periodo che danno il meglio di sé, impreziosendo qualsiasi look. E allora vale la pena investire in un paio di scarpe di buona qualità, e il black friday può fare al caso nostro!
  • IL PARKA: impossibile affrontare l’inverno fashion senza un parka verde. Se lo trovate in offerta approfittatene e… avvisatemi!!

E voi su cosa avete messo gli occhi per lo shopping di venerdì? Ditemelo nei commenti!

Instagram

  • Adoro viaggiare Non potendo partire spesso quanto vorrei ho imparato
  • Oggi cos con il corpo sono al lavoro e con
  • Blue Christmas  e anche un po pink waitingforchristmas christmas
  • A Torino siamo pronti  lucidartista waitingforchristmas christmas christmasdecor viapo
  • Cose belle di questo periodo tornare a casa a piedi
  • Buonanotte cos con la bellezza dellattesa Perch non voglio mai
  • A Torino siamo pronti il countdown  iniziato  waitingforchristmas
  • Upside down amarapura myanmar myanmarlove sunriselight sunrisepics sunrises sunriser
  • Posti e attimi del cuore lalba a Bagan Mi basta

Archivi

  • 2018 (23)
  • 2017 (67)
  • 2016 (68)
  • 2015 (79)
  • 2014 (99)
  • 2013 (108)
  • 2012 (168)
  • 2011 (156)