Stai leggendo
INSTA PROVENZA + IL MIO ITINERARIO SEMPLICE E LOW COST

INSTA PROVENZA + IL MIO ITINERARIO SEMPLICE E LOW COST

provenza

Se mi avete seguito sui miei social lo sapete già: il mio viaggio in Provenza è stato bellissimo! Tra l’altro molte persone che hanno visto le foto su facebook e instagram mi hanno chiesto info sul mio itinerario e dato che a fine luglio/inizio agosto la lavanda sfiorisce eccovi (quasi) subito il post ad hoc! Vi parlerò più in dettaglio dei singoli posti nel diario di viaggio ma vi lascio comunque qualche spunto e se avete altre domande sapete che vi basterà scrivermi e sarò a vostra disposizione 😉

DAY 1: Torino/Nizza via autostrada – pranzo a Castellane – Gole del Verdon – Moustiers St. Marie – notte a Vinon sur Verdon

Inizio con una precisazione doverosa: da Torino al Verdon qualunque sito vi parlerà di circa 430 km se fate l’autostrada sulla costa, ancora meno – solo 350 – se passate dalle montagne. Tutto bellissimo, ma mettete in conto almeno 6 ore di viaggio (ok, con la pausa pranzo) perchè una volta lasciata l’autostrada vi troverete a percorrere delle statali tendenzialmente lente e strette, che attraversano tutti i paesini possibili immaginabili e dove si fa fatica a superare quelli che vanno a passo di lumaca. Questo soprattutto per gli amici torinesi, per chi arriva da più lontano consigliato atterrare a Nizza e poi noleggiare un auto e partire in esplorazione!

Una volta arrivati alle Gole del Verdon, scegliete se godervi questo paesaggio surreale dall’alto percorrendo una delle strade panoramiche che costeggiano il canyon oppure se lanciarvi all’avventura facendo kayak. In entrambi i casi, fate comunque una tappa al Point Sublime per un panorama mozzafiato. Finite il giro con un aperitivo e una passeggiata nel delizioso borgo di Moustier St. Marie, dove viuzze e ponticelli vi condurranno sulla sommità della collina alla suggestiva Chiesetta panoramica e alla stella simbolo del paese. Si dice infatti sia stata donata alla Vergine da un cavaliere di ritorno sano e salvo dalle Crociate.

Prima tappa di questa caldissima giornata di viaggio: le spettacolari Gole del Verdon
Prima tappa di questa caldissima giornata di viaggio: le spettacolari Gole del Verdon
Acqua color Tiffany
Acqua color Tiffany
Nessuna nuvola nel cielo azzurro sopra Moustier St. Marie ma una stella che ricorda una vittoria di tanti anni fa e che ancora adesso illumina il cammino
Nessuna nuvola nel cielo azzurro sopra Moustier St. Marie ma una stella che ricorda una vittoria di tanti anni fa e che ancora adesso illumina il cammino
Peccato non poter trasmettere anche il profumo
Peccato non potervi trasmettere anche il profumo

DAY 2: Valensole – Manosque – Saignon – Bonnieux – Gordes – Abbazia di Senanque – notte a Coustellet

Se – come me – non vedete l’ora di fotografare i campi di lavanda, nei dintorni di Valensole potrete scatenarvi: ne troverete di bellissimi. Da quelli più “invasi” dai turisti, dove fare lo slalom tra i giapponesi e i loro selfie diventa difficile, a quelli meno battuti ma ugualmente affascinanti. Da qui proseguite verso Manosque (senza fermarvi, non vale la pena) che è la porta di accesso al Luberon e poi perdetevi tra altri campo di lavanda, prati di girasoli (a giugno ancora tutti chiusi ahimè) e villaggi arroccati sulle colline. Da non perdere SAIGNON, con le sue porticine colorate, la fontana e le case ricoperte d’edera, e BONNIEUX, costruito su tante terrazze su più livelli da cui ammirare il panorama circostante.

Nel pomeriggio, dedicatevi a Gordes (dove hanno girato “Un’ottima annata”!) e alla vicina Abbazia di Sénanque, molto turistica ma suggestiva. In entrambi i casi si trova parcheggio anche se ci vuole un po’ di pazienza; a Gordes si paga una tariffa fissa mentre a Senanque è gratis. Dopo aver visitato i campi di lavanda (se volete vedere anche l’interno dell’Abbazia meglio prenotare online) tornate a Gordes per un tramonto rosa/arancio e per una cenetta in uno dei deliziosi ristorantini con la terrazza.

Campi di lavanda a perdita d’occhio nella zona di Valensole
Saignon e' un delizioso piccolo borgo arroccato sulle montagne del Luberon: porticine azzurre, fiori, fontane e casette di pietra che si scaldano al sole. Bellissimo
Saignon e’ un delizioso piccolo borgo arroccato sulle montagne del Luberon: porticine azzurre, fiori, fontane e casette di pietra che si scaldano al sole. Bellissimo
Un altro paesino imperdibile, tra un campo di lavanda e l'altro, e' BONNIEUX: abbarbicato sul fianco della montagna, apre dopo una curva in tutta la sua bellezza
Un altro paesino imperdibile, tra un campo di lavanda e l’altro, e’ BONNIEUX, abbarbicato sul fianco della montagna
La vista da BONNIEUX non ha bisogno di filtri
La vista da BONNIEUX non ha bisogno di filtri
E poi arrivi a Gordes e dopo tre giorni di bellezza finisci le parole per esprimerla. E allora ti restano le foto ❤️ #lifewelltravelled #LavandaForBreakfast #provence
Gordes
Classica cartolina provenzale ❤️
Classica cartolina provenzale da Senanque
Senza filtri. Ovvero i tramonti che preferisco
Tramonto senza filtri a Gordes

DAY 3: Isle sur la Sorgue – Roussillon e il Sentiero delle Ocre – Saint Saturnin les Apt – Rustrel e il Colorado provenzale – rientro in Italia 

Se riuscite a programmare un giretto nel bellissimo borgo di Isle sur la Sorgue la domenica mattina, troverete le viuzze lungo il canale invase dalle bancarelle di uno dei più famosi mercati provenzali: cibo, abiti, saponette e profumi tradizionali, frutta e verdura, souvenirs e prodotti artigianali, oggetti vintage. Perdetevi tra le bancarelle e non dimenticate di assaggiare un bel pain au chocolat. La tappa successiva, già sulla strada del ritorno, sarà ROUSSILLON: un paesino dalle case rosse e arancio dove percorrere anche il famoso Sentiero delle Ocre (ingresso 2,50 euro) per rimanere estasiati davanti alle falesie d’ocra dalle mille sfumature che contrastano a meraviglia con il cielo azzurro e gli alberi verdi.

Proseguite poi lungo la strada verso l’Italia ammirando ancora un po’ di lavanda lungo il tragitto e fate ancora un’ultima tappa a RUSTREL per visitare il famoso Colorado provenzale (5 euro ad auto): mettete in conto un paio d’ore per percorrere il sentiero intermedio e trovarvi immersi in un paesaggio surreale e super intrigante. Davvero, è una meraviglia!

Perdersi nei mercatini provenzali: ✔️
Perdersi nei mercatini provenzali: ✔️
L'estate in una foto
L’estate in una foto
Una faticaccia per salire sulla cima della collina e poi all'improvviso lui, il Colorado Provenzale, che alla semplice vista ti ripaga di tutto quanto affrontato per arrivarci
Una faticaccia per salire sulla cima della collina e poi all’improvviso lui, il Colorado Provenzale, che alla semplice vista ti ripaga di tutto quanto affrontato per arrivarci
Solo cuori ❤️
Solo cuori ❤️
Il Sentiero delle Ocre di Roussillon
Il Sentiero delle Ocre di Roussillon
50 sfumature di ocra
50 sfumature di ocra

 

CARNET DE VOYAGE:

Guarda Anche

km totali percorsi in 3 gg partendo da Torino: 1200 circa

spesa totale autostrade A/R: circa 70 euro

spesa totale benzina e gpl: circa 120 euro

hotel a Vinon sur Verdon: Auberge de la Table ronde, ma non ve lo consiglio affatto!

hotel a Coustellet: L’Oasis, con tanto di piscina e personale gentilissimo, davvero consigliato!

PER RISPARMIARE QUALCOSA: la colazione si paga a parte nella maggior parte degli hotel, voi non prendetela e andate dritti in una delle tantissime boulangerie, ce ne sono davvero ovunque, spesso a pochi metri dagli hotel. Altra mini dritta, a pranzo non sedetevi in un caffè se volete spendere poco: all’omelette o al panino aggiungono un po’ d’insalata spelacchiata e da 3/4 euro ne spendete 13/14! Ci sono pochi bar come i nostri ma non arrendetevi e cercate i locali dove c’è scritto “snack“: qui vi fanno sedere anche se prendete solo un panino (al costo di un panino!). O meglio ancora, approfittate delle splendide gastronomie e improvvisate un pic nic!

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Guarda Commenti (28)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright 2019 © by BSide Art Studio