Stai leggendo
BOOKS FOR BREAKFAST #34 – UNO STRANO CASO PER IL COMMISSARIO CALLIGARIS

BOOKS FOR BREAKFAST #34 – UNO STRANO CASO PER IL COMMISSARIO CALLIGARIS

UNO STRANO CASO PER IL COMMISSARIO CALLIGARIS

Alessandra Carnevali

Newton Compton 

Adalgisa Calligaris ne ha fatta di strada, dopo avere lasciato il suo paese natale. Ha accumulato successi combattendo il crimine organizzato, ha sopportato minacce e pericoli. E ora il commissario ha deciso di concedersi un po’ di riposo. Quale posto migliore di Rivorosso? Al massimo dovrà acciuffare qualche ladruncolo. E lei, donna dura, brusca, per niente bella ma con un’intelligenza imbattibile, non ne è certo spaventata. E invece, a qualche ora dal suo insediamento, la tranquilla cittadina di provincia viene scossa dal rinvenimento di un cadavere. A trovarlo è Paolo Cortelli, idraulico trentacinquenne e marito fedifrago della parrucchiera del luogo. Il corpo è quello di Margot Cambiano, cittadina americana e ospite della Rosa e l’ortica, un centro per il benessere psicofisico nella campagna umbra, frequentato da una ricca clientela internazionale. È da lì che iniziano le indagini, che però lentamente coinvolgeranno tutto il paese: prima l’idraulico, poi la moglie, l’amante, il gioielliere… Ad aiutare Adalgisa c’è Carlo Petri, il medico legale, che ai tempi della scuola era stato il grande amore del futuro commissario…

Mi aspettavo moltissimo da questo libro. La trama è intrigante e l’autrice è simpaticissima. In parte le mie aspettative sono state soddisfatte, ma andiamo con ordine. Bellissime ambientazione e personaggi: la classica provincia italiana, sonnacchiosa ma tutt’altro che perfetta, dove sembra non succeda mai niente e poi ad un certo punto sbuca un cadavere. E non uno qualsiasi, bensì quello di una ricca fotografa americana ospite del centro locale di meditazione e yoga per vip “La rosa e l’ortica”. Attorno al cadavere, una girandola di personaggi davvero ben caratterizzati, ognuno con i suoi vizi e manie: la parrucchiera costantemente cornificata, il marito fedifrago e viveur, l’amante senza arte nè parte, i colleghi poliziotti con i loro pregi e difetti, gli enigmatici gestori del centro dei vip, gli ospiti più o meno famosi…. La Carnevali è bravissima a cucire addosso ad ogni personaggio il suo vissuto, così da rendere il lettore molto più coinvolto nella vicenda. Lo stile stesso è particolare: scorrevole ma per nulla banale, capace di sintetizzare in pochi tratti caratteri e peculiarità. Intelligente anche l’uso del dialetto e dello slang per caratterizzare al meglio certi personaggi.

Un’altro motivo per cui leggere questo libro? Adalgisa, naturalmente! Finalmente un commissario donna che non punta per nulla sul fisico – anche perchè non potrebbe, ma chissenefrega – bensì sulla sua brillante mente e sulla sua logica deduttiva. Una donna pratica, che ha lottato contro la Camorra, che compra gli abiti alle bancarelle dell’usato per puro piacere e che non risparmia battute sarcastiche. Ecco, io l’adoro.

Guarda Anche

Altro punto a favore del romanzo, il ritmo: si parte lenti ma non ci si annoia mai, dopo di che la tensione aumenta (e i cadaveri pure!) e l’indagine si fa più serrata. Bello anche il momento finale in stile Agatha Christie, con tutti i sospettati riuniti e il commissario che attraverso logica e deduzione tira le fila di quanto è accaduto. Qui però a parer mio l’autrice è un po’ scivolata: la spiegazione finale è un po’ tirata per i capelli, tutto viene scoperto un po’ troppo per caso e non tramite indizi e prove chiare disseminati nel racconto e anche quello che succede all’omicida (non posso dire altro!) nel momento finale è un po’ assurdo secondo me – e tra l’altro non fa fare una bella figura alla polizia!

In ogni caso queste piccole perplessità non hanno affievolito il piacere di leggere questo libro e continuerò a seguire con interesse le vicende della cara Adalgisa! Anche perchè il finale apre la via ad un gustoso seguito….

Infine, un grazie infinito va a Newton & Compton per la simpatia, la disponibilità e la bellissima opportunità di intervistare Alessandra Carnevali! Non perdetevi il “BREAKFAST WITH…” della prossima settimana per sapere cosa mi ha raccontato Alessandra!

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Guarda Commenti (16)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Copyright 2019 © by BSide Art Studio